1. Home>
  2. News>
  3. Le SnowRoom sono sicure: lo conferma un’analisi microbiologica indipendente

Le SnowRoom sono sicure: lo conferma un’analisi microbiologica indipendente

Standard igienici elevati sono da sempre il principio fondamentale su cui si basa lo sviluppo dei prodotti di TechnoAlpin. Ad accomunare tutte le soluzioni di design sono infatti una facile pulizia e la possibilità di utilizzo di piccole porzioni di neve nell’ambito dei massaggi individuali. In questo modo si previene qualsiasi contatto indiretto con il cliente successivo.

Alla luce dell’attuale situazione, gli esperti di TechnoAlpin hanno ritenuto necessario disporre di informazioni più precise in merito, motivo per cui si sono affidati al SEA, un istituto indipendente dedicato alle analisi microbiologiche e alla consulenza in materia di igiene e sicurezza sul lavoro per il settore alimentare, al fine di condurre le dovute analisi all’interno della SnowRoom. L'esito: superfici, neve e qualità dell’aria sono assolutamente sicuri, in quanto le condizioni predominanti della stanza incidono negativamente sulla sopravvivenza dei microrganismi. I risultati sono riportati di seguito in breve:

 

PROCESSO:

L’analisi consisteva nella simulazione di un ciclo di funzionamento di sette giorni, ossia il massimo periodo di tempo raccomandato entro il quale sbrinare completamente e pulire la SnowRoom. In questo modo è stato possibile esaminare costantemente le eventuali impurità di aria, superfici e neve. È emerso che le estreme condizioni predominanti della SnowRoom, con una temperatura dell'aria pari a -11°C e un'umidità elevata, causavano una rapida mortalità dei microrganismi.

SUPERFICI:

Le condizioni predominanti della stanza prevengono la crescita e la sopravvivenza dei microorganismi sulle superfici installate nella SnowRoom. I microrganismi presenti muoiono con estrema velocità su tutte le superfici esaminate (legno, plastica, cemento, metallo), tanto che in 24 ore è possibile riscontrare una riduzione del 99,8% dei principali microrganismi. 

 

QUALITÀ DI NEVE:

Dopo 7 giorni, la qualità di neve esaminata rispettava ancora i parametri microbiologici previsti per l'utilizzo umano. I campioni analizzati dopo 7 giorni erano infatti PRIVI DI BATTERI PATOGENI da cui potrebbero originare disturbi per la salute.

QUALITÀ DELL'ARIA:

La qualità dell'aria nella stanza è stata misurata per mezzo di un dispositivo SAS e valutata secondo gli appositi indici globali IGCM, ICM e IA. Anche in seguito a un determinato numero di visitatori, l'aria nella SnowRoom presenta un’impurità microbiologica “molto bassa”, la migliore classificazione conseguibile. Nonostante il ridotto ricambio dell'aria, grazie alle basse temperature della SnowRoom, la qualità dell'aria al suo interno era addirittura migliore rispetto a quella dell’anticamera.

CONCLUSIONE:

Alla luce di tale analisi, la SnowRoom può essere impiegata senza necessità di adottare ulteriori misure di sicurezza. Rimane comunque necessario rispettare le norme legislative pertinenti relativamente alla distanza minima da osservare.

Il virus responsabile del Covid-19 resiste e persiste in maggiore misura negli aerosol a +4°C. Queste condizioni sono riscontrabili negli impianti di raffreddamento dell’industria alimentare, per esempio. Al contrario, l’elevata umidità dell'aria e le basse temperature della SnowRoom favoriscono una rapida riduzione dei microrganismi e ne prevengono la proliferazione.

 

Fonte: 
Analisi microbiologica: Protocollo 0361.20.DM.P-CS, del 13 luglio 2020 della dott.ssa Donatella Maoro